« Torna alla pagina delle canzoni

N’addore ‘e castagne

Interpretata da Roberto Carrino (1978)

Autori: Carrino - Coppola

‘N’addore ‘e castagne pe’ ll’aria nevosa,
‘na strada, ‘na casa, ‘na scola e ‘na chiesa,
‘o cunto coi libri l’avevo già chiuso,
ma là steva ‘a strada, ‘na scola e ‘na chiesa…
Ancora cu’ ‘e trecce passava ‘a matina
e io, puntualmente, ‘a guardavo ‘a luntano;
sentevo ‘na smania passà dint’ ‘e vene,
‘na febbre che piglia e nun salva a nisciuno.
…E me dicette “Sì”,
quindici anni pe’ ll’ammore! E che vo’ dì?!
Me stringeva ‘a mano
comme me dicesse:
“Nun aspettà dimane”.
…E io tremmavo, sì!
Quindici anni! Ma che songo pe’ capì?
Po’ improvvisamente
lle dicette: “Siente,
nun t’aggio ditto niente!”
‘N’addore ‘e castagne pe’ ll’aria nevosa,
‘na femmena bionda appuggiata a ‘na casa,
dicette “Mi vuoi!” c’ ‘o stesso surriso
‘e quanno passava p’ ‘a scola e p’ ‘a chiesa…
…E io tremmavo, sì,
‘na tempesta dint’ ‘o core pe’ ‘nu “Sì”,
po’ improvvisamente,
senza ‘na parola,
scappaie senza di niente…

Avviso!
Tutti i testi contenuti nel sito sono di proprietà dei rispettivi autori. La Legge n. 159 del 22 maggio 1993 ne consente l'uso solo per attività di studio e di ricerca.


 


|


Chi siamo


|


Contatti


 

© SanremoStory