« Torna alla pagina delle canzoni

Ognuno per sé

Interpretata da Erredieffe (2000)

Autori: P.Calabrese

Un segno come del destino
di un controcampo più lontano
un taglio netto con la mano
un’inversione in corsa che non puoi.
Il tempo poi ti passa avanti
e i giorni nuovamente tanti
a caso ti ritornano parole
e dopo il mare c’è ancora un altro mare.
E i lividi nemmeno te li senti
e le parole restano tra i denti
e le parole d’ordine che menti
non ti voltare, guarda avanti.
Ognuno per sé ognuno ha un destino
ognuno per sé
comunque sarà
e comunque vada
ognuno per sé.
Una rivoluzione in testa
disordine dopo la festa
la voglia di ricominciare
ma poi ha solo voglia di dormire.
E pensi che non ci sta nessuno
che può aiutarti e tenderti la mano
ci sarà tanto tempo per capire
e accontentarsi di un altro finto amore.
Lasciarsi andare lasciare anche pensare
di avere voglia di ricominciare
i una notte solo uguale a un’altra e
dopo l’altra.
Ognuno per sé ognuno ha un destino
ognuno per sé
comunque sarà
e comunque vada
ognuno per sé.

Avviso!
Tutti i testi contenuti nel sito sono di proprietà dei rispettivi autori. La Legge n. 159 del 22 maggio 1993 ne consente l'uso solo per attività di studio e di ricerca.


 


|


Chi siamo


|


Contatti


 

© SanremoStory