« Torna alla pagina delle canzoni

L’immagine che ho di te

Interpretata da Marco Baroni (2007)

Autori: M.Baroni - A.Bertoni

Stasera mi hai colpito con una delle tue solite polemiche
Ma se considero l’età che ho non so più se chiamarle prediche
E poi se non comprendi il bene che ti voglio non so cosa dirti sai
La verità è che mi sento solo come non lo sono stato mai
Un padre al proprio figlio cerca sempre di inculcare delle regole
In genere decise a volte meno ma comunque insormontabili
E quando l’oltre viene scavalcato come l’onda fa con gli argini
A volte il bene più violento di qualsiasi
cosa di cui accorgersi
Il vento si sta alzando e dentro me
qualcosa sai si sta muovendo già
Ma ho paura che i sensi di colpa cancellarli non si potrà mai
Tradirti è stato tutto quello che ora dentro me cerco di abbattere
Ma non è facile capire il male che
comunque ti fa crescere
La vita senza dirtelo può anche riservarti
delle trappole
Un urlo chiuso in gola può far nascere la
voglia di combattere
E mentre la candela brucia senza sosta io
continuo a scrivere
Con un filo di voce e la chitarra cerco poi
di rispecchiare in me
Nel fondo del mio cuore e con onestà
l’immagine che ho di te
Il vento si sta alzando e dentro me
qualcosa sai si sta muovendo già
Ma ho paura che i sensi di colpa cancellarli non si potrà mai
Tradirti è stato tutto quello che ora dentro me cerco di abbattere
Ma non è facile capire il male che
comunque ti fa crescere
Il vento si sta alzando e dentro me
qualcosa sai si sta muovendo già
Ed ho paura che i sensi di colpa cancellarli non si potrà mai
Capirmi è tutto quello che ti chiedo
Anche se so che non è facile ed imparare
ad accettare
Il male che comunque ci fa crescere
Nel fondo del mio cuore e con onestà
l’immagine che ho di te.

Avviso!
Tutti i testi contenuti nel sito sono di proprietà dei rispettivi autori. La Legge n. 159 del 22 maggio 1993 ne consente l'uso solo per attività di studio e di ricerca.


 


|


Chi siamo


|


Contatti


 

© SanremoStory