« Torna alla pagina delle canzoni

Amore di plastica

Interpretata da Carmen Consoli (1996)

Autori: Consoli - Venuti

Non sei per nulla obbligato
a comprendermi
quasi non sento
il bisogno d’insistere
tu che mi offrivi
un amore di plastica
ti sei mai chiesto
se onesto era illudermi
ricorda
tu sei quello che non c’è
quando io piango
tu sei quello che non sa
quando è il mio compleanno
quando vago nel buio
ma come posso darti l’anima
e riuscire a credere
che tutto sia più o meno facile
quando è impossibile
volevo essere più forte
di ogni tua perplessità
ma io non posso accontentarmi
se tutto quello che sai darmi
è un amore di plastica
tu sei quel fuoco
che stenta ad accendersi
non hai più scuse
eppure sai confondermi
ricorda
tu sei quello che non c’è
quando io piango
tu sei quello che non sa
quando è il mio compleanno
quando vago nel buio
ma come posso darti l’anima
e riuscire a credere
che tutto sia più o meno facile
quando è impossibile
volevo essere più forte
di ogni tua perplessità
ma io non posso accontentarmi
se tutto quello che sai darmi
è un amore di plastica
volevo essere più forte
di ogni tua perplessità
ma io non posso accontentarmi
se tutto quello che sai darmi
è un amore di plastica
ma io non posso accontentarmi
se tutto quello che sai darmi
è un amore di plastica.

Avviso!
Tutti i testi contenuti nel sito sono di proprietà dei rispettivi autori. La Legge n. 159 del 22 maggio 1993 ne consente l'uso solo per attività di studio e di ricerca.


 


|


Chi siamo


|


Contatti


 

© SanremoStory