« Torna alla pagina delle canzoni

Dimmi che cos’è

Interpretata da Le Orme (1987)

Autori: Tagliapietra

Da lontano sento già
come un canto di preghiera,
un richiamo disperato
che si perde nella sera.
Mio Signore dove sei,
sono tante le paure,
per un uomo da buttare
in un mondo senza amore.
Dimmi che cos’è,
dimmi che cos’è,
è forse la pioggia che scende vicino a me.
Dimmi che cos’è,
dimmi che cos’è,
è forse la luna che accende le mie follie.
Stringimi così,
stringimi più forte,
un brivido freddo, è un sogno che se ne va.
Stringimi così,
come nessun altro,
portami lontano, lontano, lontano.
Si nasconde la realtà
dietro a un cielo addormentato,
questo è l’ultimo mattino
per fuggire il mio peccato.
Mio Signore dove sei,
sono tante le paure,
per un uomo da buttare
in un mondo senza amore.
Dimmi che cos’è,
dimmi che cos’è,
è forse la pioggia che scende vicino a me.
Dimmi che cos’è,
dimmi che cos’è,
è forse la luna che accende le mie follie.
Stringimi così,
stringimi più forte,
un brivido freddo, è un sogno che se ne va.
Stringimi così,
come nessun altro,
portami lontano, lontano, lontano.
Dimmi che cos’è,
dimmi che cos’è,
è forse la pioggia che scende vicino a me.
Dimmi che cos’è,
dimmi che cos’è,
è forse la luna che accende le mie follie…

Avviso!
Tutti i testi contenuti nel sito sono di proprietà dei rispettivi autori. La Legge n. 159 del 22 maggio 1993 ne consente l'uso solo per attività di studio e di ricerca.


 


|


Chi siamo


|


Contatti


 

© SanremoStory