« Torna alla pagina delle canzoni

Papaveri e papere

Interpretata da Nilla Pizzi (1952)

Autori: Rastelli - Panzeri - Mascheroni

Su un campo di grano,
che dirvi non so,
un dì paperina col babbo passò
e vide degli alti
papaveri al sole brillar. .
e lì s’incantò.
La papera al papero
disse Papà,
pappare i papaveri
come si fa?
Non puoi tu pappare i
papaveri disse papà.
E aggiunse poi,
beccando l’insalata:
Che cosa ci vuoi far,
così e’ la vita.
Lo sai che i papaveri
son alti, alti, alti
e tu sei piccolina
e tu sei piccolina
Lo sai che i papaveri
son alti, alti, alti
sei nata paperina
che cosa ci vuoi far?>
Vicino a un ruscello,
che dirvi non so,
un giorno un papavero in
acqua guardò
e vide una piccola
papera bionda giocar. .
e lì s’incantò.
Papavero disse alla mamma :Mammà,
pigliare una papera
come si fa?
Non puoi tu pigliare una
papera disse mammà.
Se tu da lei ti
lasci impaperare,
il mondo intero
non potrà più dire
Lo sai che i papaveri
son alti, alti, alti
e tu sei piccolina
e tu sei piccolina
Lo sai che i papaveri
son alti, alti, alti
sei nata paperina
che cosa ci vuoi far?
E un giorno di maggio,
che dirvi non so,
avvenne poi
quello che ognuno pensò:
papavero attese
la papera al chiaro lunar. .
e poi la sposò.
Ma questo romanzo
ben poco durò
Poi venne la falce
che il grano tagliò
e un colpo di vento i
papaveri in alto portò
Se tu da lei ti
lasci impaperare,
il mondo intero
non potrà più dire
Lo sai che i papaveri
son alti, alti, alti
e tu sei piccolina
e tu sei piccolina
Lo sai che i papaveri
son alti, alti, alti
sei nata paperina
che cosa ci vuoi far?
Lo sai che i papaveri
son alti, alti, alti
e tu sei piccolina
e tu sei piccolina
Lo sai che i papaveri
son alti, alti, alti
sei nata paperina
che cosa ci vuoi far?
che cosa ci vuoi far?

Avviso!
Tutti i testi contenuti nel sito sono di proprietà dei rispettivi autori. La Legge n. 159 del 22 maggio 1993 ne consente l'uso solo per attività di studio e di ricerca.


 


|


Chi siamo


|


Contatti


 

© SanremoStory