« Torna alla pagina delle canzoni

E poi

Interpretata da Giorgia (1994)

Autori: G. Todrani - M.Calabrese - M. Rinalduzzi

E poi e poi
e poi sarà come morire
cadere giù non arrivare mai
e poi sarà e poi sarà come bruciare
nell’inferno che imprigiona.
E se ti chiamo amore
tu non ridere
se ti chiamo amore.
E poi e poi
e poi sarà come morire
la notte che, che non passa mai
e poi sarà e poi sarà come impazzire
in un vuoto che abbandona
amore che si chiede
ti fa respirare e poi ti uccide
e poi, e poi
ti dimentica ti libera
e poi, e poi
la notte che, che non passa mai
la notte che, che non passa mai.
E poi e poi
e poi sarà come sparire
nel vuoto che, che non smette mai
e poi sarà, e poi sarà come morire
se vorrai andare via.
E se ti chiamo amore
tu non ridere
se ti chiamo amore.
Amore che non vola
che ti sfiora il viso e ti abbandona
amore che si chiede
amore che si piega
ti fa respirare e poi ti uccide
e poi, e poi
ti dimentica ti lbera
e poi, e poi
ti libera
e poi, e poi
la notte che non passa mai
la notte che non passa mai.
E poi e poi
e poi sarà come morire
la notte che, che non passa mai.

Avviso!
Tutti i testi contenuti nel sito sono di proprietà dei rispettivi autori. La Legge n. 159 del 22 maggio 1993 ne consente l'uso solo per attività di studio e di ricerca.


 


|


Chi siamo


|


Contatti


 

© SanremoStory