« Torna alla pagina delle canzoni

Babilonia

Interpretata da Diodato (2014)

Autori: Diodato

Cado e tu
E tu vieni a riprendermi
Sapessi cos’è un’anima
Saprei che cosa venderti
Cado e tu
E tu mi porti ancor più giù
Sei specchio dei miei limiti
Dei miei talenti inutili
E ogni volta poi
Sai sorprendermi
Sei ogni cosa intorno
E poi non ci sei più
Non ci sei
Io non lo so come fai
A sbattermi così
Che certi giorni ho il cuore nero
E sembra sempre lunedì
E la notte ha mille sguardi che si nutrono di me
Poi la luce li cancella ed io ritorno a credere
Sia possibile ogni cosa questa sana follia
Sia capace di mostrarmi
Mi basta mi porti via da qui
Dall’assurda e inutile
Babilonia
Cado e tu
E tu mi porti ancor più giù
E in questi abissi gelidi
Respiro sogni liquidi
Ma ogni volta poi
Sai sorprendermi
Quando penso di toccare il fondo
Mi riporti su
Io non lo so come fai
A sbattermi così
Che certi giorni ho il cuore nero
E sembra sempre Lunedì
E la notte ha mille sguardi che si nutrono di me
Poi la luce li cancella ed io ritorno a credere
Sia possibile ogni cosa questa sana follia
Sia capace di mostrarmi
Mi basta mi porti via da qui
Dall’assurda e inutile
Babilonia

Avviso!
Tutti i testi contenuti nel sito sono di proprietà dei rispettivi autori. La Legge n. 159 del 22 maggio 1993 ne consente l'uso solo per attività di studio e di ricerca.


 


|


Chi siamo


|


Contatti


 

© SanremoStory