Sanremo Story
 

2011 (61a Edizione)
La terza serata

Web Cronaca della terza serata

a cura di Cristiano Mancin

20:41 Parte la terza serata del Festival di Sanremo, quasi interamente dedicata ai 150 anni dell’unità d’Italia.

20:44 La bella coreografia di Daniel Ezralov è terminata. Ma Gianni Morandi, ancora una volta, si fa attendere.

20:46 Vengono mostrati gli highlights delle 4 canzoni momentaneamente escluse. Stasera il televoto ne ripescherà due.

20:49 Fanno il loro ingresso Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez, che Morandi definisce “la mia fonte d’ispirazione”.

20:50 Seguono Luca e Paolo, “l’eresia del Festival” sempre secondo Morandi.

20:51 Luca e Paolo cantano un omaggio a Giorgio Gaber.

20:55 I 14 big in gara, nessuno escluso, si esibiranno con un brano storico della musica italiana.

20:56 L’esibizione che farà raccogliere più donazioni, tramite sms, verrà premiata a fine serata.

20:58 Non c’era inizio migliore di “Viva l’Italia” (De Gregori). A cantarla, rinunciando per una sera al dialetto, è Davide Van De Sfroos.

21:00 Il brano di De Gregori ben si adatta allo stile di Van De Sfroos.

21:02 Anna Tatangelo lascia da parte per un attimo la durezza del suo brano in gara, per eseguire la classicissima “Mamma”.

21:04 Sembra che la Tatangelo in vita sua non abbia mai cantato altro. Bella versione.

21:06 Luca e Paolo scherzano con i vip in platea, tra cui i ministri Giorgia Meloni e Ignazio La Russa.

21:10 Anna Oxa si cimenta con “O’ Sole Mio”.

21:12 Soporifera Anna Oxa. Che si sia risparmiata per il ballottaggio?

21:15 Al Bano si dedica ad una delle sue passioni, la lirica. Il brano è “Va’ pensiero”, dal Nabucco di Giuseppe Verdi.

21:25 Gianni Morandi canta “Rinascimento”, un brano scritto da Mogol e Gianni Bella.

21:26 Morandi sottolinea come questo brano sia stato scritto da Gianni Bella poco tempo prima che un ictus lo colpisse.

21:27 Presente in sala un commosso Mogol. Morandi la interpreta con convinzione, ma il brano non è eccelso. Standing ovation per Bella.

21:32 Tocca a Patty Pravo commemorare l’unità d’Italia, col brano “Mille lire al mese”.

21:33 Giustamente, dopo l’apertura con “Viva l’Italia”, hanno cantato tutti e quattro gli artisti che saranno poi impegnati al ballottaggio.

21:34 Patty Pravo non ne azzecca una. Non stona particolarmente, ma incespica sul testo, che evidentemente legge senza ben conoscerlo.

21:38 Luca Madonia canta “La notte dell’addio”, brano portato a Sanremo nel 1966 da Iva Zanicchi. Franco Battiato dirige l’orchestra.

21:40 Brano particolarmente intenso. A Madonia manca forse un po’ di enfasi nell’interpretazione.

21:44 Luca e Paolo tracciano un primo ironico bilancio del Festival…

21:47 Giusy Ferreri canta “Il cielo in una stanza”, passando dal melodico al jazz e cantando entrambe le parti alla stessa maniera.

21:52 Nathalie canta un classico di Lucio Battisti, “Il mio canto libero”.

21:54 Delicata l’interpretazione di Nathalie… forse un tantino troppo…

21:57 Un bel balzo all’indietro nel tempo, con Luca Barbarossa e Raquel Del Rosario che cantano “Addio mia bella addio”.

22:00 Un po’ troppo datato questo brano. I due sono semplicemente sprecati per questa interpretazione.

22:08 Emma e i Modà cantano “Here’s to you”, brano dedicato alla memoria di Sacco e Vanzetti, in passato interpretato anche da Morandi.

22:11 Buona interpretazione, un po’ calante nel finale…

22:13 Max Pezzali, unico della serie, ha con sé un’ospite: Arisa. Insieme cantano “Mamma mia dammi cento lire”.

22:14 Frizzante arrangiamento per un classico del repertorio del Quartetto Cetra.

22:17 Dopo “O’ Sole Mio”, un altro classico della canzone napoletana: “O’ Surdato ‘Nnammurato”. A cantarlo è Roberto Vecchioni.

22:18 Vecchioni è milanese di nascita, ma figlio di napoletani. Ennesima prova d’artista vero per il Professore.

22:25 Belen si volta e sul suo abito è disegnato il simbolo della pace…

22:27 Roberto Benigni fa il suo ingresso all’Ariston a cavallo, sventolando la bandiera italiana.

22:29 “Ero in dubbio se entrare col cavallo, perché ultimamente i cavalieri non vanno tanto bene…”

22:34 Benigni fatica a non nominare Berlusconi… ma in maniera ironica ci gira attorno.

22:38 “Silvio Pellico ha scritto “Le mie prigioni”, libro memorabile. Prima di trovare un altro Silvio che scrive un libro così…”

22:41 Roberto Benigni decanta la magnificenza degli eroi del Risorgimento.

22:43 “L’Italia è l’unica nazione in cui è nata prima la cultura e poi la Nazione.”

22:47 Benigni inizia finalmente ad entrare nel vivo del compito per cui è stato chiamato: l’esegesi dell’inno di Mameli.

22:59 La preparazione di Benigni non smette di sorprendere. Dispensa pillole di storia con naturalezza.

23:11 “La scintila che fece traboccare il vaso”… Un difetto bisognava trovarlo a Benigni!

23:16 Roberto Benigni canta a mezza voce l’inno, “come ho immaginato che l’avrebbe cantata un ragazzo di quell’epoca”.

23:18 Meritata standing ovation per Roberto Benigni.

23:20 Molta l’emozione in Morandi e in Elisabetta Canalis. Troppa, forse. La Canalis da tre sere non fa altro che ringraziare tutto e tutti.

23:27 Riprende la cavalcata nei ricordi con “Parlami d’amore, Mariù”, cantata dai La Crus.

23:29 Ad accompagnare La Crus c’è il GnuQuartet. Ma la canzone risente un po’ dell’età.

23:32 Chiude lo speciale, una canzone che nata a Sanremo ha finito per rappresentarci nel mondo: “L’italiano” (Cutugno). Canta Tricarico.

23:33 La flemma di Tricarico è sempre la stessa. Fortunatamente entra a sorpresa Toto Cutugno a sostenerlo.

23:37 “W l’Italia! E viva il Festival!” Detto da Cutugno, che c’è stato 15 volte e che dal Festival ha colto le fortune migliori, è scontato

23:40 Luca e Paolo recitano un brano impegnato, da uno scritto di Antonio Gramsci.

23:45 Finalmente, e per il rotto della cuffia, riesce ad esibirsi Micaela, l’unica minorenne in gara tra i giovani.

23:46 E Morandi esce dimenticandosi di presentarla…

23:47 Bella voce per una delle “scoperte” di Antonella Clerici.

23:52 Tocca a Roberto Amadè con la canzone “Come pioggia”.

23:58 E’ la volta dei BTwins con “Mi rubi l’amore”. Sembrano una copia dei Sonhora…

0:06 Marco Menichini con “Tra tegole e cielo” chiude la gara dei giovani.

0:11 Micaela e Marco Menichini i miei favoriti per il passaggio alla finale.

0:12 Belen Rodriguez rende omaggio al cinema di Federico Fellini con un’esibizione delle sue. Canta e balla meglio di tante altre.

0:16 Gianni Morandi continua a perdere colpi… Ribadisco che sta facendo più gaffe di Mike Bongiorno.

0:17 La canzone più votata della serata è “Va’ Pensiero”. Scontatissima la vittoria di Al Bano e dell’opera di Giuseppe Verdi.

0:21 Facciamo entrare la busta coi risultati… anzi, vediamo gli highlights di chi passa il turno… anzi, andiamo in telepromozione…

0:23 Arriva la busta e arrivano anche gli highlights.

0:24 Va in finale Roberto Amadè.

0:25 Altra finalista è la giovane Micaela.

0:26 I quattro giovani finalisti sono, quindi, Serena Abrami, Roberto Amadè, Raphael Gualazzi e Micaela.

0:27 Marco Menichini prende moltissimi applausi dalla platea, nonostante l’esclusione.

0:30 Schierati sul palco i quattro artisti in lizza per il ripescaggio. Eseguiranno una versione edit del loro brano.

0:33 Patty Pravo canta in maniera assai svogliata, forse dovuta anche all’orario, la sua “Il vento e le rose”.

0:36 Tocca ad Anna Tatangelo. Il look della prima sera era più accattivante e in tema con la canzone.

0:38 Da segnalare la frecciata di Anna Oxa, quando gli artisti erano tutti schierati. “Magari i musicisti vorrebbero andare a letto..”

0:41 Il “vecchio leone” Al Bano ripropone la sua “Amanda è libera”.

0:46 Morandi continua a cedere alle insistenze dei fotografi, arrivando persino a spostarsi per far immortalare le due vallette.

0:47 Anna Oxa chiude il ballottaggio, con la sua canzone troppo sofisticata per il palco nazional-popolare del Festival di Sanremo.

0:57 Stop al televoto per il ripescaggio.

0:58 Nell’attesa dei risultati, Luca e Paolo proseguono il loro omaggio a Giorgio Gaber col brano “Al bar Casablanca”.

1:01 Primo artista ripescato è Al Bano, come da pronostico e come due anni fa.

1:02 La seconda è, inevitabilmente, Anna Tatangelo.

1:03 Eliminate Patty Pravo e Anna Oxa.

1:05 La chiusura è affidata a Gianni Morandi, che esegue la sua delicata versione dell’inno di Mameli. Buonanotte.


 

<-- 2010 - 2011 - 2012 -->

 
SanremoStory
 
| Chi siamo | Contatti

|

© SanremoStory