Sanremo Story
 

 

Festival di Sanremo 2018

La cronaca della terza serata, giovedì 8 febbraio 2018

Commento a cura di Cristiano Mancin

Apertura di serata affidata a Claudio Baglioni: giubbotto di pelle, chitarra a tracolla e finalmente può scatenarsi in solitaria cantando la sua “Via”.

 

La conduzione passa poi ai suoi due compagni di viaggio, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino, a cui spetta presentare i quattro giovani in gara questa sera.

Il primo è Mudimbi con la travolgente canzone “Il mago”.

Segue la tatuatissima Eva con il brano “Cosa ti salverà”: canzone interessante ma poca voce.

Terzo giovane della serata è Ultimo con “Il ballo delle incertezze”, brano destinato quanto meno a uno dei premi assegnati dalle radio e dalle sale stampa.

Chiude la gara Leonardo Monteiro, ex ballerino di “Amici”, con la canzone “Bianca”.

 

Viene resa nota la classifica relativa ai voti della giuria demoscopica (30% sul totale).

1° Mudimbi - “Il mago”

2° Ultimo - “Il ballo delle incertezze”

3° Eva - “Cosa ti salverà”

4° Leonardo Monteiro - “Bianca”

 

 Dopo alcuni simpatici scambi di battute tra i conduttori, inizia la gara dei 10 Campioni che non si sono esibiti ieri.

Il primo è Giovanni Caccamo con “Eterno”, brano dalla tipica struttura “sanremese” (un tempo si sarebbe detto “furba”).

Segue Lo Stato Sociale, folle gruppo bolognese che con “Una vita in vacanza” ha ufficialmente spodestato Elio e Le Storie Tese in quanto a stranezze sul palco.

 

Incursione poi a sorpresa, dalla platea, di Virginia Raffaele, la cui presenza sembrava prevista per una delle ultime due sere.

Simpaticissima, scherza con Baglioni sulla sua carriera e sul Festival, prima di duettare con lui nel brano di Lelio Luttazzi “Canto (anche se sono stonato)”.

 

Primi ospiti musicali della serata sono i Negramaro.

Accennano “Mentre tutto scorre”, brano con cui gareggiarono a Sanremo senza fortuna nel 2005, prima di eseguire il loro ultimo successo intitolato “La prima volta”.

Duettano poi con Baglioni su un terrificante arrangiamento di “Poster”.

 

Riprende la gara (siamo solo al terzo campione in gara dopo un'ora e mezza di spettacolo...) con Luca Barbarossa, che con “Passame er sale” porta per la prima volta il dialetto romano a Sanremo.

Tocca poi ad Enzo Avitabile e Peppe Servillo con “Il coraggio di ogni giorno”, preceduti dalla gaffe di Michelle Hunziker che si stava dimenticando di annunciare la canzone...

 

Al rientro dalla pubblicità, Pierfrancesco Favino abbozza una sorta di parodia delle futuristiche presentazioni dei prodotti Apple, con Claudio Baglioni che si presta a fare il robot della situazione...

 

La gara prosegue con Max Gazzé e la sua favola in musica, “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”, seguito dal duo Roby Facchinetti – Riccardo Fogli, in netta difficoltà nell'esecuzione della loro “Il segreto del tempo”.

 

Dopo la pubblicità, Michelle Hunziker fa il suo ingresso intonando due canzoni di Gianna Nannini (che sarà ospite domani), “I maschi” e “Bello e impossibile”, ma viene interrotta da più donne che dalla platea salgono sul palco esibendosi in un medley di canzoni tutte dedicate alle donne.

“Portare la femminilità su questo palco è un mio sogno. Questa battaglia dobbiamo farla tutti, uomini e donne. L’unione fa la forza” è il commento di Michelle a chiusura dell'esibizione.

 

Tornano in gara, dopo la temporanea sospensione, Ermal Meta e Fabrizio Moro con “Non mi avete fatto niente”. Nonostante l'evidente riutilizzo di un ritornello già esistente, si è giudicato che la canzone non violasse il regolamento.

Segue Noemi con “Non smettere mai di cercarmi”, forse il brano meno riuscito della sua storia sanremese.

 

James Taylor con GiorgiaOspite internazionale della serata è James Taylor, che esordisce azzardando una versione chitarra e voce di “La donna è mobile” prima di eseguire la sua “Fire and rain”.

Tocca poi a un'incantevole Giorgia duettare con lui in “You've got a friend”.

 

La gara prosegue con l'energia di The Kolors e la loro “Frida (Mai, mai, mai)”, ma subito dopo c'è un altro intermezzo musicale.

Come nella serata precedente, l'esibizione di Claudio Baglioni, questa volta sulle note di “Sabato pomeriggio”, è inframezzata dagli interventi di una giornalista che ne commenta il testo: è Emma D'Aquino, volto noto del Tg1.Claudio Baglioni con Emma D'Aquino

 

Proseguono poi gli omaggi alla grande musica italiana con Danilo Rea e Gino Paoli, che insieme a Claudio Baglioni eseguono “Canzone dell'amore perduto” di Fabrizio De André, “Il nostro concerto” di Umberto Bindi e “Una lunga storia d'amore” dello stesso Gino Paoli.

 

 

 

 

 

A chiudere la gara dei Campioni è Mario Biondi con “Rivederti”.

 

 

In attesa dei risultati, esilarante intervento comico di Nino Frassica nei panni del maresciallo Cecchini della fiction “Don Matteo”, che interviene per indagare sulla “morte” in diretta di Memo Remigi, presente in sala.

A seguire, deliziosa performance canora di Claudio Santamaria e Claudia Pandolfi, arrivati a Sanremo per promuovere la fiction “E' arrivata la felicità 2”,  che intonano “Sarà per te” di Francesco Nuti.

Anche stasera per i Campioni viene resa nota la classifica parziale relativa ai voti della Sala Stampa.

Questo è il risultato:

 

FASCIA ALTA

 

Max Gazzé - “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”

Lo Stato Sociale - “Una vita in vacanza”

Ermal Meta e Fabrizio Moro - “Non mi avete fatto niente”

 

FASCIA INTERMEDIA

 

The Kolors - “Frida (Mai, mai, mai)”

Luca Barbarossa - “Passame er sale”

Enzo Avitabile e Peppe Servillo - “Il coraggio di ogni giorno”

 

FASCIA BASSA

 

Roby Facchinetti e Riccardo Fogli - “Il segreto del tempo”

Mario Biondi - “Rivederti”

Giovanni Caccamo - “Eterno”

Noemi - “Non smettere mai di cercarmi”

 


<-- 2017 - 2018 - 2019 -->>

 
SanremoStory
| Chi siamo | Contatti

|

© SanremoStory